Otoplastica

OtoplasticaL’otoplastica è una delle procedure tra le più comuni nell’ambito della chirurgia plastica per i bambini e gli adolescenti, è in questa età infatti che si preferisce intervenire, quando si presentano problemi ai padiglioni auricolari; l’otoplastica è un intervento che mira alla correzione degli inestetismi dovuti alle cosiddette orecchie a sventola.

Padiglioni auricolari troppo preminenti e distanziati eccessivamente dal capo, possono causare problemi soprattutto in età scolare: per questo si decide di intervenire anche in soggetti piccoli; è possibile inoltre correggere anche i difetti dei lobi o asimmetrie tra le due orecchie dovute a problemi congeniti.

La plastica all’orecchio è un intervento abbastanza semplice e come tutte le operazioni vi è un momento ideale in cui eseguirlo per garantirne la perfetta riuscita: già dopo i 5 anni la cartilagine delle orecchie è formata completamente, eseguire un intervento in questa tenera età significa sfruttare la duttilità e l’ elasticità di una cartilagine giovane; risulterà più facile modellarla e ci saranno maggiori benefici in termini psicologici: prima si interviene, prima il bambino sarà risollevato dal suo problema.

Anche in età adulta l’operazione di otoplastica può essere praticata e riesce perfettamente, anche se una cartilagine adulta, essendo meno elastica, risulta più difficile da modellare.

L’ otoplastica è uno degli interventi il cui impatto psicologico è molto evidente: padiglioni auricolari preminenti causano una serie di prese in giro, che se perpetuati nel momento della crescita, possono creare insicurezza; ogni paziente che si sottopone ad un intervento di otoplastica trova dei giovamenti dal punto di vista psicologico, perché questo può aumentare il senso di sicurezza e di autostima.